venerdì 14 maggio 2010

E' sera...


E’ sera...
E’ sera...
Sulla via sotto casa
allegre voci di bimbi
che giocavan all’aperto
van pian piano ammutolendosi
mentre sulla strada i lampioni van accendendosi
e le stelle s’alzan nel loro cielo.
E’ sera...
Nel lor ritorno sulla via di casa
anabbaglianti s’incunean nel primo muro d’ombra
e fra poco s’alzerà pur la luna
con l’ultimo suo quarto in discesa
facendosi ammirar ancor come regina del cielo.
E’ sera...
Il regno del silenzio è avvolto nel suo muto
luci di casa già son nel lor acceso
mentre da me sol riflessi d’esterno
dipingon le pareti di movimentate ombre
nella sera diventata ormai padrona del tempo.
E’ sera...
Nell’oscuro riflesso dello specchio
va a deporsi il mio sguardo stanco
e leggere lacrime levigano il mio viso
in quel tempo che ritorna nel cuor dell’ ieri.
E’ sera...
Lo sguardo s’abbassa sulle mie mani
due anelli d'oro all’anular sinistro
li tocco rigirandololi nel dito
poi sfilandoli a stento leggo i nostri nomi
ritornando per un attimo al di del nostro scambio.
E sera...
L’oscurità ormai s’è fatta densa
accendo la luce e subito incontro quel tuo sorriso
che rischiarando questa mia terrena esistenza
ancor una volta sa rincuorar l’animo mio.
E’ sera...
L’ultimo spicchio di luna è alto nel cielo
le stelle intorno sembran dame di compagnia
che circondandola con la luce del lor silenzio
van a traghettare la notte verso una nuova alba
e questo mio cuore verso le porte di quel forse…domani.
Nilodan Gi. Pi.
11/05/2010

2 commenti:

marialuisa ha detto...

HO PIANTO DI GIOIA E DI TENERA COMMOZIONE......OGNI PAROLA, OGNI FOTO MI HA REIMMERSA NEI MIEI RICORDI....GRAZIE

alessia ha detto...

Bellissimo blog! poesie pure...parole che ti fanno vagare in luoghi mai visti.....

http://loscrignofatato.blogspot.com