mercoledì 5 maggio 2010

Pittore di sole

Pittore di sole
( Ricordando Omar..[nome di comodo] )

" Voglio il sole nell'azzurro "
grida nel suo muto il bambino
guardando la bagnata finestra
mentre la pioggia il vetro bacia
scivolando via veloce.
Con in mano marmellata e burro
il tutto raccolto in un panino
s’appoggia al vetro con la destra
lasciando della mano l’unta traccia
mentre quasi stizzito cerca voce.

Aprendo il panino imburrato
intingendovi poi l’indice
con l’infantile innocenza
di chi ancor non sa che sia il domani
sul trasparente va a dipingere raggi d’oro.
Inconscio pittore di vita nato
raccolto nel suo mutismo ancor felice
guarda in orgogliosa baldanza
quel dipinto uscito dalle sue mani
sorridendo al suo capolavoro.

Lui ormai è un giovinetto e sa stimarsi
ha tre anni ed è la mascotte del vicinato
e quando vede nell’alto gli uccelli svolazzare
li segue con lo sguardo sorpreso
additandoli come se sentisse il lor canto.
Prima di andar alla sera a coricarsi
i suoi dicon che prende dei pastelli per disegnare
su un foglio la natura mettendo in risalto
un grande cerchio dal color acceso
con tanti raggi che spuntan dal suo fianco.

Lui già sa quel che vuole
con gesti fa capire che aspira a far il pittore
a lui piace dipingere il tempo
dandogli sempre un sole nuovo
perché cos’ì ha sempre di che sperare.
I suoi ancor guardan ad un domani di parole
per loro è l’unico splendore
giunto tardi alla luce del lor olimpo
quando ormai nel lor covo
avevan già smesso di sognare.

Nilodan Gi. Pi.
05/05/2010


(elaborazione personale)

1 commento:

arthur ha detto...

Molto bella....Sei brava complimenti.. :))
A presto